Fiori di Bach, Cerato (il Ceratostigma) cura l'incertezza

Fiori di Bach, Cerato (il Ceratostigma) cura l'incertezza
cerato

Il Fiore di Bach Cerato (Ceratostigma)

Il Fiore di Bach Cerato, Ceratostigma in italiano, è una pianta di circa 60 centimetri di altezza, originaria dall'Himalaya e che non cresce più allo stato selvatico, ma viene coltivata in Europa. Il suo nome deriva dal latino Keratos (corna) e Stigma. I suoi fiori, inodore e di color blu con cinque petali, vengono raccolti in agosto e settembre.
Il rimedio viene preparato con il metodo della solarizzazione e secondo il dottor Bach questo fiore è adatto a coloro I quali “hanno difficoltà a fare delle scelte nella vita e a prendere le decisioni a causa di una profonda mancanza di autostima e fiducia in se stessi. Questa difficoltà a decidere da soli li porta spesso ad affidarsi al giudizio e al consiglio degli altri, con il rischio di essere fuorviati e mal consigliati”. Inoltre può capitare che chiedano consigli a più persone, senza però procedere ad una loro messa in pratica, non facendo altro che aumentare i loro dubbi e la loro indecisione.

Fiori di Bach Ceratostigma per ritrovare la fiducia nella propria saggezza interiore

Per chi dubita spesso delle proprie opinioni, esita a lungo prima di operare delle scelte perché fondamentalmente si sottostima e non si fida del proprio giudizio. Per chi è molto bravo ad incoraggiare gli altri ma non altrettanto ad incoraggiare se stessi. Per chi ha continuo bisogno dell'approvazione altrui e non può fare a meno del giudizio e del consiglio degli altri prima di intraprendere qualsiasi impresa. Per queste persone il dottor Bach ha pensato che gli manca l'energia del Ceratostigma, e questa mancanza può far si' che ogni buona idea e magari splendida intuizione passi inosservata e, infine, finisca nel dimenticatoio perché la mente è troppo occupata nel ricercare l'approvazione degli altri e nel mettere a tacere i dubbi che assalgono in ogni momento ed in ogni circostanza. La saggezza interiore e la capacita' di intuire quale sia la scelta giusta da fare in determinate situazioni giace inascoltata e la vera sfida è quella di ritrovare il contatto con questa saggezza interiore ed imparare a fidarsi del proprio intuito, finora sottovalutato e inascoltato.

Ritrovare la fiducia in se stessi con il fiore di Bach Ceratostigma

Il Fiore di Bach Ceratostigma aiuta a intessere di nuovo un contatto forte e diretto con la capacità di prendere decisioni che nessun altro può sostituire. È proprio la distanza da se stessi, infatti, a portare le persone a chiedere continuamente consigli che poi non seguono, proprio perché non provengono dalla parte più intima del loro essere, che è la sola a poter portare alla giusta scelta. Il grande rischio per la personalità carente di Ceratostigma è infatti quello di mancare allo scopo profondo della propria esistenza e di disperdere tutte le proprie energie e grandi risorse interiori nel dubitare continuamente.

 

Condividi


Fiore di Bach n° 5 Cerato o Piombaggine

Il Fiore di Bach Cerato serve per:

  • Superare la mancanza di fede nella propria intuizione
  • Non dubitare del proprio giudizio
  • Non chiedere continuamente consigli o conferma agli altri
  • Capire la necessità di fidarsi della propria conoscenza
  • Superare la mancanza di fiducia
Cliccate qui per scoprire come Fiore di Bach Cerato vi può aiutare
Marie Pure

Altri articoli


Quali sono i Fiori di Bach?

Quali sono i Fiori di Bach?

Quali sono i Fiori di Bach? Sono 38 i tipi di fiori scoperti dal dott Bach associati ciascuno ad uno stato emotivo. Scoprite quali sono i Fiori di Bach.

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach Aspen

Il Fiore di Bach Aspen (Pioppo) per le paure sconosciute

L'Aspen (Pioppo) è un Fiore di Bach che si utilizzò per la prima volta nel 1935 con il metodo della cottura. Il dottor Edward Bach lo raccomandò “per le paure vaghe e sconosciute delle quali il paziente non può fornire nessun tipo di spiegazione o ragione.  

Leggi l'articolo completo qui

gorse

Il Fiore di Bach Gorse (Ginestrone) contro la disperazione

Il Fiore di Bach Gorse (Ginestrone), utilizzato per la prima volta nel 1933, con il metodo della solarizzazione, fu prescritto dal dottor Edward Bach per le persone che “nel culmine della disperazione, hanno rinunciato a credere che si possa fare di più per loro.  

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach Scleranthus

Scleranthus (Scleranto), il Fiore di Bach che riduce l'incertezza

Il Fiore di Bach Scleranthus (Scleranto), appartiene al secondo gruppo di piante che trattano l'incertezza; nasce in terreni sabbiosi e tende ad essere inosservato per il suo aspetto.  

Leggi l'articolo completo qui

mimulus

Il Mimulus (mimolo), il Fiore di Bach contro le paure

 Il Fiore di Bach Mimulus (Mimolo) appartiene al primo gruppo dei fiori che trattano le paure.

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach Wild Oat

Fiori di Bach Avena Selvatica (Wild Oat): lo scopo nella vita

L'Avena Selvatica o Wild Oat fa parte delle graminacee, l'unica presente nel sistema dei Fiori di Bach, e si differenzia dalle altre piante della stessa famiglia per la sua maggiore altezza e per le sue pannocchie...  

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach Honeysuckle

Honeysuckle o Caprifoglio, il Fiore di Bach che ti fa godere della vita, qui e adesso

Honeysuckle (Caprifoglio) è il Fiore di Bach che appartiene al terzo gruppo di fiori che trattano il disinteresse nel presente. Si tratta di un arbusto rampicante che cresce nell'ombra e fiorisce nei mesi tra la primavera e l'estate.  

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach White Chestnut

Fiori di Bach White Chestnut (Castagno Bianco): credere in sé

White Chestnut, o Castagno Bianco in Italiano, è uno dei 38 fiori che stanno alla base dei rimedi conosciuti con il nome di Fiori di Bach.

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach vervain

Vervain - Verbena, il Fiore di Bach per i poco tolleranti

Il Fiore di Bach Vervain (Verbena), che appartiene al settimo e ultimo gruppo dei Fiori di Bach che trattano coloro che soffrono per gli altri, cresce in terreni aridi, arrivando ad essere invisibile per le misure minuscole dei suoi fiori.

Leggi l'articolo completo qui

Il fiore di Bach beech

Beech (Faggio), il Fiore di Bach contro l'intolleranza

Il Fiore di Bach Beech, o faggio in italiano, è un albero di alto fusto, le cui foglie verdi furono utilizzate per la prima volta dal dottor Edward Bach nell'anno 1935 con il metodo della cottura. 

Leggi l'articolo completo qui