Cosa rende così difficile tornare a lavorare?

Cosa rende così difficile tornare a lavorare?
Cosa rende così difficile tornare a lavorare

Milioni di persone lasciate a casa per mesi vengono ora richiamate al lavoro. Altri, che hanno lavorato da casa durante la chiusura, stanno tornando in ufficio. E alcuni posti di lavoro sono semplicemente scomparsi: molte persone rischiano il licenziamento e presto dovranno affrontare la ricerca di un nuovo lavoro. Tornare al lavoro dopo un periodo di tempo a casa è una vera sfida senza precedenti.

Alcune persone possono avere difficoltà a riadattarsi alla struttura di una settimana lavorativa. Altre potrebbero essere ansiose perché temono di scoprire di aver perso alcune delle capacità che avevano prima. Qui, diamo uno sguardo ad alcuni suggerimenti per aiutarti a ritrovare la tua mentalità e a prepararti per tornare al mondo del lavoro.

1. Crea una routine

Se sei stato licenziato o lasciato a casa, probabilmente hai trascorso settimane perdendo la tua abitudine alla giornata lavorativa in ufficio. Quando ti prepari per tornare al lavoro, il primo passo dovrebbe essere quello di crearti alcune routine e darti il ​​tempo di adattarti. Pianifica un orario con periodi regolari per il lavoro e la ricreazione. Stabilisci orari regolari per andare a letto e alzarti la mattina e cerca di rispettarli. Mentre erano a casa, molti di noi hanno colto l'opportunità di trascorrere la giornata in abbigliamento per il tempo libero o in pigiama. Rivaluta il tuo guardaroba e inizia a indossare i tuoi abiti da lavoro per riportarti in una mentalità produttiva.

Fiori di Bach Miscela Personalizzata

La Miscela personalizzata di Fiori di Bach è:

  • Una composizione personalizzata
  • Pensata sulla base dei sintomi e del carattere della persona
  • Selezionata personalmente da Tom Vermeersch
  • Ottimale per risultati veloci e efficaci
Cliccate qui per scoprire come Fiori di Bach Miscela Personalizzata - Wizard vi può aiutare

2. Superare l'ansia

Naturalmente avrai qualche preoccupazione per il fatto di tornare al lavoro. Ci saranno nuove regole di distanziamento sociale e altre misure di salute e sicurezza da seguire. Potresti essere preoccupato che non avrai lo stesso rendimento di prima del congedo. Inoltre, alcune persone potrebbero sentirsi travolte dall’ansia e dallo stress. Lo yoga o la meditazione ti aiuteranno a rilassarti. Prevedi un po' di tempo per fare esercizio fisico durante la giornata, se possibile all'aperto. La Miscela di Fiori di Bach Flower Super Mix 5 è formulata per supportarti nei momenti di stress, aiutando a ridurre ansia, attacchi di panico, stress e disturbi del sonno.

3. Resta in contatto con il tuo datore di lavoro

Se sei rimasto a casa, potresti non aver avuto molti contatti con il tuo responsabile o con i tuoi colleghi. Se sei preoccupato per la sicurezza del tuo lavoro o per le tue prestazioni, un incontro di ritorno al lavoro con il tuo capo dovrebbe aiutarti ad alleviare alcune delle tue ansie. Se le esperienze di ognuno di noi quando è dovuto rimanere a casa sono state diverse, sembra che in genere i dipendenti più giovani siano quelli più preoccupati di essere vulnerabili al licenziamento. E se hanno lavorato da casa, avranno perso l’opportunità di fare formazione nella pratica e di fare social networking con colleghi più anziani. Assicurati che il tuo capo sia a conoscenza di eventuali problemi specifici o delle tue esigenze di formazione.

4. Richiedi un orario flessibile

Forse preferisci non tornare al tuo precedente posto di lavoro a tempo pieno? Molti dipendenti hanno apprezzato la libertà e la flessibilità di lavorare da casa. Contrariamente alle aspettative, la produttività non è diminuita. Lavorare in remoto consente ai dipendenti di destreggiarsi tra l'assistenza all'infanzia e altre esigenze di assistenza; consente inoltre di risparmiare tempo e denaro precedentemente spesi per il pendolarismo. Forse non c'è bisogno di tornare a tutti i vecchi modi di lavorare. Richiedi un incontro per discutere un programma di lavoro flessibile, dividendo il lavoro settimanale in due o tre giorni in ufficio e il resto del tempo da casa.

5. Pausa di riflessione

Il congedo ci ha dato la possibilità di soffermarci e riflettere sulle nostre carriere e su come viviamo le nostre vite. Le persone hanno risposto alle sfide poste dal blocco in molti modi diversi. Alcuni hanno imparato nuove abilità e provato diversi hobby, forse sorprendendosi. Quando torni al lavoro, prova a tenere un diario dei tuoi pensieri e sentimenti; questo ti aiuterà a identificare quali parti del tuo lavoro ti piacciono e quali trovi impegnative. Potresti anche sentirti ispirato a prendere una nuova direzione nella tua carriera.

6. Rimani positivo

Quando torniamo al lavoro, viviamo tutti dei giorni positivi e altri meno. Abituarsi alla "nuova normalità" può richiedere tempo. Gli esseri umani non amano troppo i cambiamenti, specialmente quando sentono di non avere il controllo sugli eventi, quindi molte persone si sentono ansiose.

Rimuginare su un ciclo di pensieri negativi può portare ad ansia e depressione. Per sostenere il tuo benessere emotivo durante un periodo stressante, la Miscela di Fiori di Bach 65 ti aiuterà a scacciare i pensieri cupi e a risollevare il tuo morale.

Per iniziare bene la giornata, medita per alcuni minuti per concentrare i tuoi pensieri sugli aspetti positivi del ritorno al lavoro. Potrebbe essere qualsiasi cosa, dal raggiungimento del tuo obiettivo sul lavoro all'attesa di un caffè con i tuoi colleghi.

Sostituendo i pensieri negativi con immagini positive, aumenterai la tua resilienza e sarai in grado di affrontare tutte le sfide del ritorno al lavoro.

Condividi
Marie Pure

Altri articoli


Come impedire che vada tutto storto

Come impedire che vada tutto storto

Pensi sempre che vada sempre tutto storto? Scopri come fermare subito quel rincorrersi di cattivi pensieri. Se pensi positivamente, le cose inizieranno ad apparire positive e alla fine ti sentirai più positivo e ottimista.

Leggi l'articolo completo qui

Avocado

6 cibi che limitano l'ansia

Questi 6 cibi contengono sostanze che limitano le vostre ansie. Volete saperne di più? Cliccate qui per leggere l'intero articolo.

Leggi l'articolo completo qui

Segnali che stai per cadere in un esaurimento

Segnali che stai per cadere in un esaurimento

Scopri come riconoscere i segni dello stress ed evitare di cadere in un esaurimento o nell’apatia.

Leggi l'articolo completo qui

Depressione non è solo una parola di fantasia per sentirsi un po' giù

Depressione non è solo una parola di fantasia per sentirsi un po' giù?

Problemi di salute mentale come depressione e ansia colpiscono circa 1 persona su 6 ad un certo punto della loro vita. Nonostante sia un problema così comune, molti malati aspettano mesi o addirittura anni prima di cercare aiuto.

Leggi l'articolo completo qui

Gli errori di un genitore

Gli errori di un genitore

Possiamo imparare dai nostri errori e sviluppare un legame emotivo più forte e più sano con i nostri figli? Per aiutarti a identificare i tuoi punti deboli, abbiamo raccolto alcuni degli errori più comuni che fanno i genitori. 

Leggi l'articolo completo qui

Consigli per bilanciare i nostri aspetti negativi

Consigli per bilanciare i nostri aspetti negativi

Ognuno è unico, anche nelle proprie cattive abitudini o tratti negativi. Ecco alcuni consigli per bilanciare quei tratti negativi nel nostro nuovo articolo!

Leggi l'articolo completo qui

Perché una vita senza stress e senza ostacoli non è gratificante

Perché una vita senza stress e senza ostacoli non è gratificante

Lo stress può essere sia buono che cattivo; dipende da come lo si guarda, ma il troppo stress può essere pericoloso. Come? Scoprilo in questo articolo!

Leggi l'articolo completo qui

goede-voornemens

Un nuovo anno, un nuovo me stesso

Alzi la mano chi non ha mai espresso un buon proposito per il nuovo anno che non ha mai realizzato. 10 consigli per realizzare i propositi per l'anno nuovo!

Leggi l'articolo completo qui

Come giudicare meno gli altri (e te stesso!)

Come giudicare meno gli altri (e te stesso!)

Senti di criticare e giudicare sempre tutti, incluso te stesso? Ti senti male dopo? Di certo non sei il solo! Continua a leggere per scoprire come puoi giudicare meno e iniziare ad accettare le cose per come sono.

Leggi l'articolo completo qui

Le 5 ragioni principali immotivate per avere dubbi su se stessi

Le 5 ragioni principali immotivate per avere dubbi su se stessi

A volte capita a tutti: iniziamo a dubitare di noi stessi. Ci preoccupiamo delle decisioni e siamo insicuri della nostra capacità di affrontare le sfide future che la vita ha in serbo. E a volte ci sembra di non essere abbastanza bravi.

Leggi l'articolo completo qui

Desideri una consulenza gratuita?

Non sai se i Fiori di Bach ti possono aiutare? Contattami per una consulenza personalizzata, gratuita e senza impegno!

tom vermeersch
Tom Vermeersch

Chiedi una consulenza senza impegno!

No grazie, preferisco informarmi da solo